Incentivi per riqualificazione edifici in Abruzzo

edilizia_cantiere_cascoIl Consiglio Regionale dell’Abruzzo ha approvato un nuovo progetto di legge in materia di edilizia, finalizzato a favorire la riqualificazione degli immobili attraverso bonus volumetrici per chi sceglie di investire nelle costruzioni, secondo quanto previsto nel decreto sviluppo.
Il disegno di legge prevede la concessione di incentivi volumetrici a partire dal 20% per la riqualificazione di edifici esistenti in zone degradate, bonus estensibile fino al 50% nel caso in cui i costruttori operino sulla base di standard primari e secondari raggiungendo la classe energetica A o B. Secondo quanto previsto dalla legge, saranno i singoli Comuni a beneficiare della nuova normativa sia limitandone l’applicazione a determinate aree del territorio, sia modificando gli indici.

…continua. Leggi tutto »


Approvata alla Camera la riforma del condominio

Condominio-Pazzo1È stata approvata venerdì scorso alla Camera, e ora in lettura al Senato, il decreto di riforma del condominio che prevede, tra l’altro, la possibilità di sorveglianza di spazi e aree comuni con la decisione della maggioranza degli intervenuti all’assemblea che rappresentino almeno la metà dei millesimi; sono inoltre comprese nelle parti comuni le facciate, i parcheggi, i sottotetti, gli impianti di condizionamento e quelli per la ricezione radio tv, anche satellitare o via cavo.
A carico dell’amministratore ricadono gli adempimenti fiscali, la tenuta di due nuovi registri obbligatori, la conservazione di tutta la documentazione, la consegna al condomino che ne faccia richiesta dell’attestazione dei pagamenti, degli oneri condominiali e delle eventuali liti in corso e la convocazione dell’assemblea per l’approvazione del rendiconto annuale di gestione.È stata approvata venerdì scorso alla Camera, e ora in lettura al Senato, il decreto di riforma del condominio che prevede, tra l’altro, la possibilità di sorveglianza di spazi e aree comuni con la decisione della maggioranza degli intervenuti all’assemblea che rappresentino almeno la metà dei millesimi; sono inoltre comprese nelle parti comuni le facciate, i parcheggi, i sottotetti, gli impianti di condizionamento e quelli per la ricezione radio tv, anche satellitare o via cavo.
A carico dell’amministratore ricadono gli adempimenti fiscali, la tenuta di due nuovi registri obbligatori, la conservazione di tutta la documentazione, la consegna al condomino che ne faccia richiesta dell’attestazione dei pagamenti, degli oneri condominiali e delle eventuali liti in corso e la convocazione dell’assemblea per l’approvazione del rendiconto annuale di gestione.

…continua. Leggi tutto »


Imprese: nuove agevolazioni per l’accesso alle gare d’appalto

gareL’Autorità di vigilanza semplifica l’accesso delle imprese alle gare di appalto integrate eliminando, sotto determinate condizioni, l’onere di attestare i requisiti dello staff. Garantito l’accesso alle gare anche per quelle imprese che non hanno fornito la documentazione idonea ad attestare i requisiti progettuali del proprio staff. La novità è stata confermata dall’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici nel parere n. 137 del 25 luglio 2012 relativo ad un bando per l’affidamento di un appalto integrato nel quale non veniva esplicitamente richiesto che le imprese partecipanti in possesso di idonea attestazione Soa per la progettazione e costruzione fornissero documentazione del possesso di ulteriori requisiti.

…continua. Leggi tutto »


Italia: per il governo la pressione fiscale sul mercato immobiliare è sotto la media dell’0cse

immobiliareMolte le critiche che gli operatori del settore hanno rivolto al governo in merito alle  pressione fiscale sul mercato immobiliare italiano. Il governo non ha esitato a dare una risposta immediata a dubbi e incertezze, affermando che la pressione del Fisco sull’immobiliare della Penisola non sarebbe affatto così elevata come sostenuto da più di qualcuno, ma sarebbe addirittura sotto la media Ocse, e aprendo di fatto margini di giustificazione piuttosto importanti per i recenti interventi in tal senso.
Ad esser convinta della bontà del fisco immobiliare italiano è Fabrizia Lapecorella, direttore del Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia, recentemente intervenuta durante un’audizione in Commissione Finanze alla Camera. Secondo il rappresentante del Dipartimento, la pressione fiscale sull’immobiliare non sarebbe poi così elevata, e mostrerebbe gap positivi nei confronti della media dell’area Ocse.

…continua. Leggi tutto »


Ance Piemonte: la regione è lontana dal rischio bolla immobiliare

AnceIn Piemonte non esiste il rischio di bolla immobiliare. A dare la notizia è Giuseppe Provvisiero, presidente dell’Ance Piemonte, che osserva come in Piemonte la crescita della popolazione e l’incremento del numero di famiglie hanno sostenuto una domanda potenziale che ha impedito il crollo dei prezzi delle abitazioni. “Nella nostra regione – ha osservato Provvisiero – a fronte di un incremento del numero dei nuclei familiari si è assistito ad una progressiva riduzione della produzione di nuove abitazioni: esiste infatti un fabbisogno potenziale complessivo di circa 15.500 abitazioni, frenato dalla crisi del credito”.
Secondo i dati elaborati dal Centro Studi dell’Ance Piemonte, dopo un triennio fortemente negativo (2007-2009) con una flessione del mercato immobiliare residenziale del 28,4% (19.195 abitazioni compravendute in meno), il mercato ha registrato nel biennio 2010-2011 un lieve recupero (+0,9% nel 2010; +1,9% nel 2011), non sufficiente però a recuperare i livelli pre-crisi. Complessivamente dal 2007 al 2011 il numero di abitazioni compravendute si è ridotto del 26,3%. Nel primo trimestre del 2012, parallelamente all’andamento medio italiano, il mercato abitativo nella regione ha registrato un forte peggioramento. Le compravendite di abitazioni in Piemonte sono state 9.690, con una flessione del 19,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Anche se il rischio di bolla immobiliare è lontano, non mancano gli aumenti dei prezzi delle abitazioni, anche a seguito della crisi economica in atto.

…continua. Leggi tutto »


Edilizia sostenibile: nuovo progetto di legge in Lombardia

regione_lombardiaNella Regione Lombardia arriverà presto in Consiglio il nuovo progetto di legge approvato dalla Giunta della in materia di difesa del suolo e gestione dei corsi d’acqua in ambito edilizio. Nuove normative regoleranno il potenziamento di alcuni strumenti di prevenzione idro-geologica e difesa idraulica.

Il governatore della Regione Lombardia ha riassunto i punti chiave del progetto “Norme per la difesa del suolo e la gestione dei corsi d’acqua della Lombardia”.

“Con questo progetto di legge potenziamo alcuni importanti strumenti di prevenzione idro-geologica. In particolare: l’unificazione e la razionalizzazione delle funzioni di difesa idraulica, che vengono assegnate operativamente a Ersaf; il principio di invarianza idraulica, per cui le nuove abitazioni non possono scaricare l’acqua piovana nei corsi d’acqua ma smaltirle in loco; il rafforzamento dei compiti di polizia idraulica”.

…continua. Leggi tutto »


Sicilia: Regione, pubblicato bando per gestione Fondo immobiliare

SiciliaLa Regione Sicilia ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che approva il bando per la individuazione del soggetto che dovrà gestire il Fondo immobiliare della Regione. Il bando è riservato a investitori qualificati (ai sensi del D. M. 228/1999) ed è finalizzato alla realizzazione di interventi in Housing social.

Il valore minimo del Fondo è di 50 milioni di euro che devono essere raggiunti entro 6 mesi dall’approvazione del regolamento del Fondo. L’ammontare minimo di ogni sottoscrizione si aggira intorno ai  250 mila euro.

Il Fondo ha una durata di 25 anni dalla data di approvazione del regolamento del Fondo stesso.

foto by http://pti.regione.sicilia.it/portal/pls/portal/docs/1/10706320.JPG


Joint venture tra Sorgente Group e Brasilinvest

250px-CorcovadofotoRJSorgente Group, società finanziaria immobiliare internazionale specializzata in fondi immobiliari, e Brasilinvest, primario operatore di sviluppo immobiliare con sede in Brasile, hanno unito le proprie competenze per la creazione di una joint venture imprenditoriale con l’obiettivo di investire in Brasile oltre 1 miliardo di dollari nel mercato immobiliare locale.
La joint venture prenderà corpo in due società: Sorgente do Brasil Asset Management valorizzando la tradizione operativa di Sorgente Group lancera’ fondi immobiliari, soggetti all’Autorita’ di Vigilanza brasiliana, con una politica orientata ad immobili trofeo.
Sorgente Brasilinvest Empreendimentos Imobiliarios S.A., invece, fornirà attività di servizio a supporto dei fondi immobiliari gestiti dalla prima per massimizzare il rendimento verso l’investitore.
Sorgente Group ha individuato il Brasile come Paese di enorme interesse dal punto di vista degli investimenti immobiliari per il tasso di crescita intenso ma ordinato di quell’economia. Il target di raccolta di equity iniziale è di 500 milioni di dollari, che potranno essere raccolti tra gli investitori istituzionali brasiliani, presso i quali è in corso un rapido processo di accumulo della ricchezza, e il mercato internazionale dei capitali, che e’ alla ricerca di opportunità nei Paesi emergenti; con il ricorso alla leva, fino ad un massimo del 50% del portafoglio impieghi, l’iniziativa raggiungerà un volume di fuoco complessivo per oltre 1 miliardo di dollari.

…continua. Leggi tutto »


Immobiliare: Ance, un fondo di garanzia statale per mutui famiglie

mutuoUn fondo di garanzia pubblico per l’erogazione dei mutui alle famiglie aiuterebbe a ridurre fortemente i rischi di credito legati all’instabilità dei redditi da lavoro. Non è una provocazione, ma un’idea del Presidente dell’Ance, Paolo Buzzetti, in risposta al quadro tracciato da Scenari immobiliari sullo stato di salute del comparto residenziale e sulla necessità di stimoli fiscali per la ripresa del mercato.’

“Per superare le difficoltà di accesso al mutuo che stanno impedendo alle famiglie di acquistare casa e al mercato immobiliare di ripartire e’ necessario un nuovo ruolo da parte dello Stato. Le buone notizie che vengono dall’Europa sul fronte della BCE – continua Buzzetti – fanno sperare che presto si possa riattivare il circuito del credito a favore delle imprese e delle famiglie che hanno sempre più difficoltà ad accedere al bene casa. Come avviene in altri Paesi europei come Germania e Inghilterra – conclude il presidente dell’Ance – un fondo di garanzia statale, unito a politiche di alleggerimento del costo fiscale sulle compravendite, risulta una risposta concreta per sbloccare il meccanismo che si e’ inceppato sul fronte del finanziamento immobiliare e dare una soluzione al fabbisogno abitativo di migliaia di nuove famiglie”.

…continua. Leggi tutto »


Risparmio energetico: nuove misure da parte dell’Unione europea

eco-factory

Nuove misure obbligatorie per risparmiare energia, quali interventi di ristrutturazione degli edifici pubblici, piani di risparmio energetico per le imprese pubbliche e audit energetici per tutte le grandi imprese, saranno introdotte dopo l’approvazione martedì, da parte del Parlamento, di una nuova direttiva sull’efficienza energetica.
Un taglio del 20% nel consumo di energia nell’UE potrebbe far risparmiare 50 miliardi di euro l’anno.
“Questa essenziale legislazione non è solo fondamentale per il conseguimento della nostra sicurezza energetica e degli obiettivi climatici, ma darà anche una forte spinta all’economia e creerà posti di lavoro- ha detto il relatore Claude Turmes-  Si ridurrà il notevole e crescente costo della nostra dipendenza dalle importazioni di energia – 488 miliardi di euro nel 2011 pari al 3,9% del PIL – che è particolarmente forte nei paesi colpiti dalla crisi”.

…continua. Leggi tutto »


  • Loading...


    • Caricamento..
  • Recupera la Password



  • Articoli più commentati

  • Articoli più letti

  • AddThis Feed Button